EDISON

 
 
GIPSOTECA  del Laboratorio di scultura di Front
 
Copie e riproduzioni artistiche in gesso "Acquista on line"
 
Tel. 011 9251369 - 0124 348503 - cell. 349 3243184
 
Busti
Statue
Bassorilievi
Architettura
Maschere
Anatomia
Sculture religiose
Sculture in marmo ecc.
Acquista  on line
Richiedi un preventivo
Dove siamo
E-mail
Home page
   

Thomas Alva Edison nacque a Milan [Ohio] nel 1847 e morì a West Orange [New Jersey] nel 1931.
 
Inventore nord americano ebbe un'infanzia avventurosa, a 7 anni incominciò gli studi primari, abbandonati dopo soli tre mesi per scarsi risultati; sua madre gli insegnò quindi a leggere ed a scrivere lasciando poi che studiasse quello che più gradiva: la storia, la filosofia e le scienze. A 10 anni impiantò il suo primo laboratorio nella cantina della casa i paterna a Port-Huron nel quale si diede alla costruzione delle pile elettriche ed allo studio del telegrafo. Per poter arricchire il suo laboratorio ed acquistare libri di scienza riuscì ad ottenere la concessione della vendita dei giornali sul treno fra Port-Huron e Detroit, nel bagagliaio del quale poi, all'età di 12 anni cominciò a stampare un suo giornale il Weekly Herald, ed impiantò un laboratorio chimico. Nel 1862 si dedicò allo studio della telegrafia per occuparsi poi come telegrafista in varie città fino al 1868. Nello stesso anno, all'età di 21 anni prese il suo primo brevetto per un registratore elettrico di voti. Nel 1870 apre un'officina a New Newark, apporta dei perfezionamenti alla macchina da scrivere, si dedica assiduamente alla risoluzione del problema già da tempo postosi di immettere in un solo cavo due telegrammi diversi ed in senso opposto, il telegrafo duplex e quadruplex, problema brillantemente e definitivamente da lui risolto nel 1873.

Trasferitosi a Menlo-Park, perfeziona il telefono, già diffuso da Bell, con l'invenzione del microfono a granuli di carbone; nel 1878 ottiene il brevetto per l'invenzione del fonografo e l'anno successivo porta a buon punto gli esperimenti inerenti all'illuminazione elettrica culminati il 21 ottobre dello stesso anno con l'accensione della prima lampadina a filamento di carbone.

Dal 1880 al 1882 si dedica allo studio delle centrali e tramvie elettriche, fonda a New York la Edison Electric Light Co. Nel 1884 scopre il fenomeno, detto effetto Edison consistente nell'emissione di elettricità da corpi incandescenti fenomeno che, pur non da lui ben spiegato è alla base della moderna scienza elettronica, fenomeno per cui si ebbe la precisa legge da Richardson e l'utilizzazione da Fleming.
Nel 1887 si trasferisce a West-Orange dove perfeziona il fonografo e due anni dopo brevetta il cinetoscopio, apparecchio per 1a visione degli oggetti in movimento nel quale egli utilizzò per la prima vota pellicole fotografiche tappa decisiva della cinematografia. Indi attua e sviluppa la concentrazione del minerale ferroso mediante un separatore magnetico già da lui brevettato nel 1880, inventa un nuovo tipo di accumulatore, al ferro-nickel che da lui il prende il nome, fa esperimenti nel campo delle applicazioni del cemento nell'edilizia. Nel 1914 inventa e produce il fenolo sintetico e nel periodo della prima guerra mondiale dà al suo paese circa 40 invenzioni di carattere bellico. Compie poi una serie di esperimenti chimici e negli anni precedenti la sua morte dedica le sue energie alla soluzione del problema della produzione della gomma sintetica, problema da lui ritenuto della massima importanza per l'avvenire economico del suo paese. Tre sono le lauree ad honorem conferite ad Edison: nel 1878 in filosofia, nel 1915 in scienza ed infine nel 1916 in lettere. Edison fu un grande uomo dotato di genio ed inventiva seppe dare all'umanità tante invenzioni e non pochi perfezionamenti, che sono alla base della vita moderna.
Dotato di straordinario senso pratico ed economico impersonifica la figura dello scienziato-industriale. Furono più di mille i brevetti a lui rilasciati nei più svariati campi e più di un centinaio prima del trentesimo anno d'età, frutto di una genialità quasi incredibile.